Un software tutto sardo per la manutenzione del PC? Si può fare. Anzi, è già stato realizzato. Si chiama Sardu ed è l’idea di Davide Costa, ex agente di commercio lanciatosi nel mondo informatico per questa avvincente sfida che al momento vede la sua chiavetta made in Sardegna tra i dispositivi maggiormente utilizzati per la manutenzione ordinaria del proprio personal computer.

Lo abbiamo sentito per voi. Ovviamente, su Sciradì.

 

Ciao Davide, bentrovato su Sciradì. Ci spieghi in 30 secondi, per chi non lo conoscesse, cosa è Sardu?

“Ciao Nicola, SARDU è un software che crea il coltellino svizzero del tecnico informatico: unisce in una penna USB o in un DVD tutti gli strumenti per fare la manutenzione ordinaria del PC e non solo”.

Quali sono le utilità di questo software?

“Le utilità sono molteplici: si risparmiano decine di masterizzazioni, un semplice portachiavi può sostituire una borsa piena di CD e DVD, ma non solo, si sfrutta la velocità delle nuove periferiche quindi si risparmia tantissimo tempo. Ma SARDU non si rivolge solo ai tecnici informatici e agli smanettoni, in quanto gestisce e integra nella chiavetta USB più distribuzioni Linux Live.
L’obiettivo di SARDU è quindi creare una chiavetta USB che il tecnico usi per “riparare” i PC, e tornando a casa possa avvicinare il figlio  che abbia più di due anni all’informatica (SARDU gestisce distribuzioni Linux nate per questo scopo, ndr)”.

A chi ti rivolgi con la tua idea?

“Il target principale è sicuramente quello del tecnico informatico, lo smanettone che riesce a sfruttarne a fondo le possibilità, ma è nostro compito portare anche la massaia a sapere usarlo per scopi più ludici”.

Come è nata l’idea di Sardu?

“Circa sei anni fa avevo conosciuto i rescue CD antivirus: in pratica avviavi il PC infetto da un CD e riuscivi a disinfettarlo. Un blog malese ne aveva recensito 13 e aveva scritto che sarebbe stato bellissimo unirne più di uno in un unico DVD. Avevo cercato in rete e non c’era niente che aiutasse a fare questo. Piano piano, prova dopo prova, ero riuscito a unirne due, tre, ma non era semplicissimo. Anziché prendere come sempre appunti in un file di testo, io che non avevo mai programmato, lo feci con un linguaggio di programmazione che volevo studiare”.

Quali sono le prospettive, i tuoi progetti futuri?

“Le prospettive: il progetto SARDU ha dei numeri enormi; è stato scaricato in 228 nazioni, tradotto in 22 lingue, ha più di mille download al giorno. E’ stato recensito e distribuito in non so quante riviste informatiche internazionali con tanto di copertine dedicate. Dopo il bando per le start-up innovative di Sardegna Ricerche ho creato la Start-up SARDU Pro srl con lo scopo di convertire una parte degli utilizzatori della versione gratuita di SARDU in acquirenti della versione a pagamento. Quella che oggi nell’ambiente chiamano Freemium: free + premium”.

Per quale ragione hai deciso di lasciare il lavoro di agente di commercio?

Per un motivo molto semplice: sono agente di commercio da 27 anni, l’azienda per la quale lavoro da 16 ha venduto ad una multinazionale e questa, avendo la propria rete di vendita, ci ha disdettato e/o licenziato tutti.
 

Contatti di Sardu:

Il sito è

http://www.sarducd.it
la pagina fb https://www.facebook.com/sarducd
La pagina g+ https://plus.google.com/+sardu/
Twitter https://twitter.com/sarducd

http://www.sarducd.it/screenshoots

http://www.sarducd.it/about